Come scegliere il dentifricio più utile per la bocca?L’offerta attuale di dentifricio e colutori nei supermercati e nelle farmacie è così multipla che arriva un momento in cui non sappiamo quale scegliere. Di fronte a tale disponibilità, non ci sono pochi cittadini che dubitano e si chiedono quali soldi dovrebbero scegliere e utilizzare.

Dalla scuola di dentisti e stomatologi di Valencia (ICOEV) si consiglia di scegliere la pasta in base alla situazione della bocca del paziente e se il paziente ha dubbi è consigliabile trasferirli al dentista per un consiglio.

Oggi possiamo trovare tutti i tipi di pasta, dal tradizionale contro le cavità, a quelli specifici per sensibilità, periodontale (gengive) o le cosiddette gradinate.

Il problema più comune e diffuso è la carie dentale, motivo per cui le principali raccomandazioni per avere una bocca priva di carie dentale passano attraverso una costante igiene orale, utilizzando un dentifricio che trasporta una quantità adeguata di fluoruro, e facendo almeno una visita annuale dal dentista. Non va inoltre dimenticato che la bocca non deve essere risciacquata con acqua dopo la spazzolatura con dentifricio, in quanto limita notevolmente l’effetto della pasta. E ‘ meglio sputare la pasta.

Tipi di pasta

Le paste che sono raccomandate per prevenire le cavità sono quelle che hanno un sacco di fluoruro. Ma quanto ci vorrà? Dalla scuola di dentisti e stomatologi di Valencia ICOEV, vi consigliamo che il dentifricio ha una quantità di fluoro di oltre 1.000 particelle per milione (ppm). Perche’? Al fine di aumentare la forza dello smalto, agire contro la crescita di batteri che producono il sarro e, inoltre, permettere di ricordare lo strato dello smalto e di renderlo più forte.Tipi di pasta

Infatti, comprare quelle che sono al di sotto di mille particelle per milione equivale a spazzolarle senza pasta per quanto riguarda la protezione caviale.

Nel caso dei bambini, il contenuto di fluoruro del dentifricio da utilizzare è determinato dal rischio di carie dentarie e dall’età del bambino, in quanto nei bambini l’assunzione di pasta è molto comune.  Dentifricio con meno di 1000 ppm. non è stato dimostrato che il fluoruro abbia effetti preventivi e pertanto si raccomanda di utilizzarlo come strumento di apprendimento all’inizio della spazzolatura con la partenza dei primi denti. Nei bambini al di sotto dei 6 anni di età, si raccomanda la pasta di 1.000 ppm. In quantità di macchia o grano di riso fino a 3 anni e in quantità come piselli fino a 6 anni. A partire dall’età di 6, 1450 ppm pasta è raccomandato. nella quantita ‘ di piselli.

Quando iniziamo ad avere sensibilità dentale a causa dell’usura dello smalto, possiamo anche comprare un dentifricio destinato a coprire quei pori dentali che ci causano tanto dolore perché il nervo si sta avvicinando alla superficie e improvvisi cambiamenti di temperatura si notano in eccesso.

In casi di malattie parodontali come la gengiviteIn casi di malattie parodontali come la gengivite

(che causa sanguinamento delle gengive) è anche possibile utilizzare un dentifricio più forte che in aggiunta alla parte fluoruro per combattere la carie dentaria utilizzare un certo antisettico. Tuttavia, non devono essere utilizzati per più di 15 giorni di fila. E se il problema continua, dobbiamo andare dal dentista, perche ‘potrebbe essere qualcosa di piu’ importante e sara ‘ lui a fare la diagnosi.

Per quanto riguarda il dentifricio che si chiama gradinate, va notato che il suo effetto è molto limitato in quanto da solo non è efficace al di là di una pulizia efficace dei denti rimane. Sì, sono consigliati come supporto di un trattamento di sbiancamento dentale eseguito nel nostro studio dentistico.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here